Bagno: mobili, colori e luce

Scritto da il 5 Giu 2016

Al giorno d’oggi il bagno non è solo uno spazio di servizio e funzionale, ma un luogo di emozioni, è la stanza del benessere dove luce e colori appagano la vista, dove l’arredo bagno soddisfa il nostro senso estetico, è il luogo dove ci concediamo un po di attenzione, dove rigeneriamo le nostre energie.

Nel determinare l’atmosfera di un locale, in particolar modo nel bagno, il colore è determinante per la sua capacità di influenzare stati d’animo generando sensazioni di benessere o malessere.

Scegliere il colore della stanza da bagno richiede lo stesso impegno utilizzato nella scelta degli elementi tecnici, dei sanitari e dei mobili da bagno, infatti lo schema dei colori è quello che determina più di tutti l’ambiente e l’atmosfera, spesso il colore è utilizzato per correggere visivamente le proporzioni di un locale, ad esempio un soffitto colorato con una tinta più chiara rispetto le pareti fa sembrare lo spazio più alto, al contrario  il soffitto colorato con una tinta più scura rispetto al resto, riduce visivamente l’altezza, ancora, la parete di fondo colorata con una tinta forte e più scura del resto, accorcia  percettivamente uno spazio lungo e stretto, pareti e soffitto colorati con la stessa tinta, chiara e neutra, contribuiscono ad ingrandire visivamente uno spazio molto piccolo.

Generalmente in bagno si preferisce utilizzare tinte chiare e naturali, attingendo alla gamma dei colori freddi come il verde e l’azzurro, che richiamano le tonalità già presenti in natura, si fa largo uso anche del bianco, simbolo di purezza e pulizia . Per creare il giusto equilibrio armonico, è possibile stemperare con alcuni elementi contrastanti la gamma scelta, inserire ad esempio un elemento caldo in un’atmosfera fredda e viceversa, contribuirà a rendere armonica la composizione e omogeneo l’ambiente.

Le tonalità calde, quali il rosso giallo arancione, sono generalmente meno utilizzate in bagno perché anche se gioiose e vivaci, possono risultare pesanti ed alla lunga stancanti in un locale solitamente piccolo, queste tinte sono da preferire quando si vogliono utilizzare per evidenziare accessori e mobili bagno , su fondo e pareti dai colori più neutri.

Il nero risulta una tonalità molto elegante, ma deve essere dosato nelle giuste proporzioni, in modo da non far apparire l’ambiente troppo scuro ed opprimente, il nero fa sembrare più chiari i colori che vi si accostano, e che a loro volta lo rafforzano, rendendolo più intenso, come per i colori caldi,  è meglio utilizzarlo solo per alcune porzioni di ambiente, accessori e alcuni moduli dell’arredo bagno.

Un altro aspetto da tenere in considerazione, di primaria importanza nella progettazione e realizzazione di un bagno, è relativo all’illuminazione, luce naturale e luce artificiale contribuiscono in modo determinante alla resa dei colori e quindi dell’atmosfera dell’intero bagno.

È molto importante che la luce sia diffusa nell’ambiente in modo omogeneo e che in alcuni punti sia integrata da lampade per gli usi  specifici quali, per esempio, lo specchio ed un eventuale zona lavanderia. Bisogna considerare con molta attenzione il numero e la tipologia di lampade da utilizzare, rapportandole alle caratteristiche, alla dimensione del locale, alla percentuale di luce naturale entrante, alla tinteggiatura delle pareti (colore e tipologia) e non da ultimo ai mobili bagno utilizzati, infatti materiali di finitura che hanno superfici particolarmente lisce e lucide risultano anche molto riflettenti, invece mobili in legno o laminati e impiallacciati che richiamano le essenze legnose, assorbiranno invece di più luce naturale e artificiale.

La luce ha colori e tonalità proprie che, sovrapponendosi a quelle del colore ne modificano anche la percezione finale. Bisogna dunque porre la massima attenzione alla scelta delle sorgenti luminose a seconda dell’effetto che si vuole realizzare, le lampade a incandescenza tradizionali e le lampade alogene, essendo luci calde, avranno una dominante leggermente gialla, le lampade a scarica come quelle fluorescenti, essendo luci fredde avranno una piccola dominante blu, al giorno d’oggi, anche per questioni di risparmio energetico, la scelta migliore è quella delle lampade a  led , perché ci danno la possibilità di scegliere tra un’ampia gamma di prodotti a luce calda o fredda.

Il grigio ad esempio è un colore neutro, ma sarà percepito come una tonalità calda se illuminato con una lampada alogena oppure come una tonalità fredda se illuminato da lampade fluorescenti.

Particolare attenzione va prestata all’illuminazione degli specchi, deve essere sempre indiretta, non deve essere puntata verso lo specchio da bagno, la fonte luminosa non deve riflettersi sulla sua superficie, per evitare fastidiosi effetti di abbagliamento, le lampade si dovranno disporre in modo che la luce si diffonda parallelamente alla superficie e verso il basso se collocate sopra la specchiera, oppure, se posizionata lateralmente, su entrambi i lati.

Consigli finali

Ricorda che è molto più importante la percezione globale dell’ambiente rispetto al dettaglio, il colore di un bagno non è dato solo e prevalentemente da quello delle pareti, ma anche dagli elementi che entrano in gioco e all’interno del locale, in primis l’arredo bagno, i sanitari, la pavimentazione, i tessuti, le tende, i tappeti, e tutti gli accessori bagno, quindi non commettere l’errore che fanno in molti di focalizzati sulla tinteggiatura delle pareti, ma considera il bagno nel suo insieme come ambiente, dove ogni elemento svolge un ruolo, l’effetto finale sarà dato da un giusto mix e somma di colori e una corretta ed omogenea

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *