Cappella San Pio

Scritto da il 1 Giu 2012

INFO:

Il progetto ha riguardato il recupero e l’allestimento di un vano attiguo alla chiesa del convento di San Leone Magno in Bitonto (Ba), da adibire a cappella dedicata a San Pio da Pietrelcina.

Quest’ambiente, originario avancorpo d’ingresso alla chiesa, venne da questa separato in occasione del restauro di fine ‘800 condotto dall’arch. Ettore Bernich, il quale fece tompagnare e occultare l’antica porta di connessione tra i due ambienti.

Per volere di Padre Antonio Cofano e su nulla-osta della Sovrintendenza, nell’ambito dei lavori di recupero si è provveduto a riaprire tale porta, ponendo la nuova cappella dedicata a San Pio in comunicazione con la chiesa.

Oltre alla realizzazione dell’arredo sacro l’intervento ha comportato anche il risanamento dei paramenti murari interni attraverso il rifacimento degli intonaci nonché la pulizia e la “stilatura”dei blocchi di pietra calcarea da lasciare a vista.

Gli arredi interni sono stati disegnati rispettando precisi riferimenti teologici e comprendono: Il fonte battesimale, il confessionale con la sede del cero Pasquale, la bussola, l’altare, il sedile e il basamento per la statua di San Pio.

Il fonte battesimale, di forma eptagonale  (il numero sette ha significati cari alla religione cattolica ed ebraica) è interamente scolpito a mano in pietra di Fasano. Posto in asse con l’attigua aula ecclesiale, si erge su un podio di forma ovoidale, simbolo di fertilità.

Il confessionale, luogo del pentimento e della rinascita del cristiano, è concepito come un muro ligneo costruito con grossi blocchi isodomi disposti a correre. Il muro simboleggia il confine tra il bene e il male,  il limite dell’incomunicabilità e dell’orgoglio che è necessario vincere e oltrepassare per accostarsi con umiltà e sincero pentimento al sacramento della riconciliazione.

Tale paramento murario cela difatti le ante d’accesso a due distinti e separati vani interni (l’uno per il confessore e l’altro per il penitente) segnalati all’esterno solo dalle due asole verticali in vetro sabbiato. Il leggero incasso delle asole nello spessore delle ante consente di ricavarvi le maniglie per l’apertura.

La composizione del confessionale comprende anche la sede del cero Pasquale. Questi si colloca in un punto di snodo ove la parete lignea si spezza e, separandosi, assume diversa giacitura.  Ergendosi su un basamento di forma ellittica, il cero cosi protende verso il vicino fonte battesimale, cosi da simboleggiare il cristiano” riconciliato” con Dio che “rompe il muro del peccato” e anela la “Fonte di Vita”.

La bussola che media lo spazio esterno da quello interno è stilisticamente affine al confessionale ed è caratterizzata dall’asola vitrea in forma di “TAU”, simbolo caro al Francescanesimo.

Di fronte all’entrata, sorretto da un fusto lapideo di forma cilindrica scolpito in pietra di Fasano, è collocato l’altare ricavato da un’antica macina in pietra calcarea per la premitura delle olive .

Il seggio, infine, riutilizza un antico fregio in forme neogotiche e ne fa schienale in una composizione originale anch’essa scolpita per l’occasione in pietra di Fasano dallo scultore Potenzieri Pace di Palo del Colle.

.

DISEGNI:

Disegni esecutivi per la realizzazione del confessionale e pianta con indicazione degli arredi realizzati

RENDERING, confessionale e bussola:

[scrollGallery id=16]

Le immagini si riferiscono al progetto definitivo. Lievi modifiche al confessionale e alla bussola sono state introdotte in fase esecutiva

RENDERING, fonte battesimale, altare e seggio (studio)

NextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnailNextGen ScrollGallery thumbnail
fonte battesimale
altare e sedile
altare e sedile
fonte battesimale
fonte battesimale
fonte battesimale
fonte battesimale
fonte battesimale
fonte battesimale
fonte battesimale
sedile

Le immagini si riferiscono agli studi preliminari relativi al disegno e al dimensionamento degli arredi realizzati in pietra. L’altare è stato composto con una macina di pietra calcarea grigia appoggiata su un rocco cilindrico scolpito in pietra di Fasano. L’altare anch’esso composto con spalliera esistente in loco e sedile scolpito in pietra. Il fonte battesimale scolpito in pietra di Fasano da due pezzi unici: uno per la conca e uno per la base di sostegno.