l’Home Stager

Scritto da il 16 Lug 2012

Rendere un’abitazione più gradevole, con ambienti “quasi da copertina”, rinnovando gli spazi con pochi elementi e operazioni ben calibrate sembra un operazione facile.
In realtà occorre una grande esperienza nel disegno d’interni e la notevole capacità di visualizzare le potenzialità degli spazi e trovare il modo per valorizzarli quasi a costo zero.

L’Home Stager è un designer d’interni, preferibilmente un architetto, che sa come rendere un’abitazione al meglio per poterla vendere, facendo in modo che la casa sia curata e pronta per essere visitata da un compratore potenziale. Supporta i venditori sulle scelte più economiche e immediate per apportare piccole migliorie, per la pulizia, per la cura di tutti i dettagli e per le riparazioni da fare.

Se le case sono arredate l’home stager indica come fotografare gli ambienti, oppure realizza lui stesso le foto da pubblicare, curando personalmente l’allestimento dei singoli set: dai colori, ai tessuti, alle luci, ai quadri, etc.

Se le case sono vuote, invece, può prepararle con un accurato mix di oggetti e di arredi, anche di recupero o presi in affitto, per renderla fruibile in occasione delle visite di possibili compratori e/o per “costruire” foto ad hoc da pubblicare sul web. in questi casi si puo ricorrere anche all’ “home staging virtuale” dove arredi e oggetti sono aggiunti virtualmente in un 3D.

Se la casa è ancora abitata l’home stager offre consigli e metodi affinché nelle giornate di visita gli inquilini sistemino gli ambienti al meglio e col minimo sforzo, in modo che risultino presentabili e gradevoli agli occhi di chi entrerà in casa per la prima volta e dovrà avere un’impressione positiva.

L’Home Stager può, inoltre, suggerire ai proprietari o agli agenti immobiliari il modo migliore in cui presentare la casa ai visitatori.

Non si tratta di nascondere i difetti, ma di risolverli con poca spesa e magari fare in modo che gli acquirenti si soffermino sui caratteri della casa da vendere piuttosto che su dettagli poco importanti o negativi.