Come funziona?

Scritto da il 16 Lug 2012

L’Home Staging vede la casa attraverso gli occhi del possibile acquirente.

L’approccio è diametralmente opposto a quello di un architetto di interni il cui intento è notoriamente quello di “personalizzare” gli ambienti modellandoli sulle esigenze e sui gusti del cliente. L’Home Staging, invece, mira a “depersonalizzare” per soddisfare le attese di un maggior numero di acquirenti potenziali.

l’Home staging fa uso di operazioni semplici ed economiche come: la pulizia accurata, la rimozione di cose inutili, il riposizionamento e l’eventuale integrazione dell’arredo esistente con oggetti decorativi a buon mercato, interventi mirati di pitturazione nonché modeste riparazioni ove necessario.

Questi accorgimenti servono a ridurre l’impatto negativo che alcune case in vendita hanno su chi le visita.

Infatti, si può pensare che si prendano decisioni logiche, ma molto più spesso sono le emozioni a guidare verso al scelta finale. 
Creare una calda, invitante ed attraente atmosfera può fare la differenza nella vendita di una casa.

Un nuovo modo di “inscenare casa” sta emergendo attraverso l’Home Staging Virtuale, che consiste  nell’utilizzare modelli 3D per “riempire” virtualmente appartamenti vuoti e aiutare gli acquirenti eventuali a visualizzare il potenziale di una stanza o di uno spazio.

L’ “Home Staging” virtuale è molto spesso usato nel mercato di vendita e locazione on-line.