Stuccare il legno

Scritto da il 16 Mag 2014

Rispondiamo a un amica, la Sig.ra Barbara, circa i sistemi “fai da te” più pratici per stuccare il legno, anche in situazioni “particolari”!

 

“Buongiorno,

ho due coniglietti liberi in casa e mi hanno rosicchiato gli stipiti delle porte-finestra che sono in legno. Per favore come posso fare a sistemarli??? Vi ringrazio di cuore

Buon lavoro, Barbara”

 

Risposta:

Buonasera Sig.ra Barbara.

Per risanare gli stipiti delle porte, ammesso che il danno non sia considerevole e cioè che le lacune prodotte dai conigli non siano troppo grandi, dovrebbe innanzitutto asportare residui di legno e ripulire per bene le parti deteriorate, in seguito può usare uno stucco per il legno (lo trova in ogni brico). Esistono stucchi in pasta che possono essere colorati in modo da adeguarsi all’essenza da riparare. Naturalmente dovrà poi carteggiare le parti stuccate e renderle complanari al resto della superficie trattata.

Esiste un altra possibilità e cioè quella di usare pasta di legno. Anche questa la trova dello stesso colore degli stipiti. E’ una pasta modellabile come il pongo. una volta riempite le parti asportate attenda che la pasta si indurisca e poi con facilità provveda anche qui a carteggiare e “lisciare”.

Questa ultima soluzione dovrebbe risultare per lei più semplice della prima, perché la pasta è pronta all’uso e molto malleabile, mentre lo stucco va in genere attivato con un indurente (venduto insieme allo stucco stesso) e deve essere lavorato e applicato con una spatola in un tempo non troppo lungo (5 min – 10 min) a seconda del prodotto e della quantità di indurente che si aggiunge prima della posa.

In entrambi i casi, se le lacune sono profonde, prima di applicare stucco o pasta applichi dei chiodi all’interno della sagoma da riempire. Li disponga secondo diverse direzioni e in modo che siano ben conficcati nel legno. Serviranno da “armatura” per ancorarci sopra il materiale da riempimento.

In ogni caso, se non le costa fatica, potrebbe mandarmi un paio di foto dei danni cosi le saprei indicare meglio quale delle soluzioni adottare. Me le allega alla mail di risposta se vuole.

Un avvertenza: se dovesse usare uno di questi due espedienti, trovi il modo di evitare poi che i conigli rosicchino gli stipiti, soprattutto perché queste sostanze risulterebbero parecchio indigeste.

Come fare? Potrebbe periodicamente usare degli impregnanti per il legno, incolore e a base d’acqua magari, da applicare con un pennello sul legno in modo che questi li assorba divenendo cosi poco gradito all’odore e al sapore. I conigli dovrebbero cosi evitare di nutrirsene.

Spero di esserle stato di aiuto. La ringrazio per la fiducia.

 

3 Commenti

  1. Salve, anch io ho lo stesso problema, avrei piacere inviarle le foto in modo che mi possa consigliare al meglio

  2. Salve mi può dire quale metodo grazie

    • Come ho scritto nell’articolo il metodo è stuccare il legno con una pasta apposita a colore e trattarlo periodicamente con un impregnante sintetico o ad acqua in modo che i conigli lo trovino sgradevole ed evitino di attaccarlo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *