Una villa moderna tra gli ulivi pugliesi

Scritto da il 15 Feb 2013

Progetto di una villa immersa nell’oliveto di Luca Zanaroli Architetti.

Situata a Morciano di Leuca, Italia, questa dimora è circondata da alberi di ulivo e si integra perfettamente al paesaggio. Blocchi informi di pietra calcarea locale vengono usati per rivestire pilastri e setti che delimitano gli spazi vitali come la zona pranzo esterna e la piscina, lasciandone deliberatamente grezzo il paramento, come un abito che riproduce la corteccia degli alberi di ulivo e che riecheggia le costruzioni a secco tipiche dell’architettura rurale pugliese tradizionale. Queste superfici “vernacolari”, contrastano con le bianche e moderne e leggere pareti bianco-calce su cui si aprono ampie finestre. Nell’area pranzo all’aperto, un lampadario sferico pende dai rami di un albero, fornendo un bagliore soffuso all’ambiente, mentre la delicatezza e lo stile essenziale degli elementi d’arredo stempera l’aspetto massivo degli esterni.

All’interno della casa, un lucernario rettangolare si apre in lunghezza sopra la cucina, mentre ripiani e ante in legno sottolineano e adornano le superfici parietali.

Tuttavia, è il bagno che cattura l’essenza dello spazio: piani ortogonali formano una composizione elegante di bianco e marrone. Setti rivestiti in dura resina cementizia scuro definiscono la doccia, ripartendo gli spazi funzionali della sala. Elemento forte e prepotente, il lavabo formato da un bacino scolpito in un blocco unico di pietra calcarea silicea, poggia  su una mensola anch’essa rivestita e sembra un antico abbeveratoio recuperato dalla terra e riconsegnato a nuova funzione.

L’uso di semplici, ma preziosi elementi attinti dalla natura fa di questa casa uno spazio votato al benessere, un i piet-à-terre da vivere e godere.

photo zainteriora

 


3 Commenti

  1. After examine just a number of of the weblog posts in your website now, and I actually like your way of blogging. I bookmarked it to my bookmark website record and can be checking again soon. Pls try my website as well and permit me know what you believe.

  2. Vorrei sapere se le pietre che rivestono i setti sono ancorate ai setti stessi oppure no.
    Se sono ancorate vorrei sapere in quale maniera
    Grazie

    • Le pietre di certo rivestono setti in calcestruzzo armato. Per questo ritengo siano a questi ancorate.
      Vi sono due possibilità costruttive. Una consiste nel costruire l’involucro in blocchi di pietra e poi gettare il calcestruzzo al suo interno ove si sarà precedentemente disposta un armatura. Questa è la muratura cosiddetta a sacco.
      La seconda possibilità è erigere Prima il setto in calcestruzzo armato e successivamente costruirti attorno un muretto in blocchetti di pietra.
      Personalmente preferisco la prima modalità, più tradizionale, ove tra calcestruzzo e pietra si realizza notevole solidarietà sotto ogni punto di vista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *